Marisa Aino & V.S. Gaudio plays Angus & Julia Stone - Heart Beats Slow

Marisa Aino & V.S.Gaudio Angus & Julia Stone Heart Beats Slow

Che dove ░ Beckettiana di maggio

Che dove 
nel topos di Uh magazine
Beckettiana di maggio

V.S.
Cybersix
Eva Kant
Druuna
Versus{Ciò che entra nell’orecchio}
Spazio di raccolta: topos di “Uh Magazine” illuminato flebilmente, contornato d’ombra, nel pantano di Villapiana, tra ferrovia e strada provinciale, ex statale. Sul proscenio a sud, illuminata da una finestra la postazione di V.S.
Cybersix in bodyleggings nero.
Eva Kant in bodyleggings nero.
Druuna in mutande “la Perla”.
Versus in forma d’una bocca ad altezza d’uomo seduto alla scrivania.

Buio
Versus lampeggia.
Versus V.S. Non siamo rimasti che in cinque.
             Adesso così quanti eravamo l’anno scorso.
              E’ primavera.
              Il tempo passa.
              Dapprima non parla, e forse non sente nemmeno.
              Accendo. La lampadina, warm white, è a basso consumo, Energy A class, 2253 lm, 10000 h, 10 years. Accendo ?
Lo spazio s’illumina, rapid start.
V.S. alla scrivania a testa alta, Druuna inginocchiata sulla poltrona di fronte.
Pausa.
Versus V.S. Non va bene.
Io spengo.
Lo spazio si rabbuia, nonostante sia primavera, qui è da una vita che non si vede un cazzo.
Versus V.S. Ricomincio.
Siamo rimasti in cinque.
E’ primavera.
Il tempo passa.
Dapprima muto e forse anche sordo.
Accendo.

Lo spazio si illumina.
V.S. solo alla scrivania a testa alta. Druuna non c’è più.
Pausa.
Versus Va meglio.
Io sono solo.
E’ primavera.
Il tempo passa.
Druuna non c’è.
Ecco Druuna che entra.
Riappare.
Druuna entra dalla porta che è  a N, si ferma a testa bassa. Col culo in direzione di V.S. che è a E.
Pausa.
Eva Kant dovrebbe entrare da E, una volta c’era una finestra, l’hanno chiusa, allora pure lei entra da N, si ferma al centro della stanza, a testa alta.
Pausa.
Eva Kant esce da N, potrebbe uscire anche dalla finestra a S, seguita da Druuna.
Pausa.
Eva Kant bussa alla finestra che è a S; V.S. guarda e lei sorride.
Pausa.
Cybersix entra da N, si ferma vicino alla finestra a testa alta e sorride ad Eva Kant che è là fuori.
Pausa.
Cybersix esce da N, si ferma nel corridoio a testa bassa. V.S. la intravede da dove è seduto, Dio che podice!
Pausa.
V.S. dovrebbe uscire da O, ma c’è la parete con lo scaffale di libri che copre tutta la parete. Esce allora da N e Cybersix lo abbraccia.
Pausa.
Cybersix entra da N, perché ad O è chiuso, si siede sul divano e legge.
Pausa.
Versus V.S. Va meglio.
                   Allora spengo.
Lo spazio si rabbuia.
Versus V.S. Ricomincio.
Siamo rimasti in cinque.
Adesso tanti quanti eravamo.
E’ primavera.
Il tempo passa.
Questa volta qualcosa è entrato nell’orecchio.
Accendo.
Lo spazio s’illumina.
V.S. solo alla scrivania a testa alta.
Pausa.
Versus V.S. Va bene.
                    Io sono solo.
                    E’ primavera.
                    Il tempo passa.
                    Questa volta ha parlato.
                    Infine Druuna appare.
                    Riappare.
Druuna entra da N, si siede sulla poltrona a gambe aperte.
Versus V.S. Allora?
Druuna Niente.
Versus Non ha detto niente?
Druuna Niente.
Versus Te lo sei lavorato per bene?
Druuna Sì.
Versus E non ha detto niente?
Druuna Niente.
Versus Ti ha fatto lo shummulo?
Druuna Sì.
Versus Ti ha fatto lo shumullar?
Druuna Sì.
Versus Ha ripetuto l’operazione invertendo la sequenza?
Druuna Sì.
Versus Ma non ha detto niente.
Druuna Niente.
Versus Non va bene.
Ricomincio.
V.S. Allora?
Druuna Niente.
V.S. Non te l’ha detto?
Versus Va meglio.
Druuna No.
Versus V.S. Te lo sei lavorato per bene?
Druuna Sì.
Versus V.S. E non l’ha detto.
Druuna  No.
Versus V.S. Ha fatto lo shummulo?
Druuna Sì.
Versus V.S. Shumullar?
Druuna Sì.
Versus V.S. Shumullar e Shummulon in questa sequenza?
Druuna Sì.
Versus V.S. Ma non l’ha detto.
Druuna No.
Versus V.S. Allora perché smettere?
Druuna Non reagisce più.
Versus E non l’hai rianimato?
Druuna Ci ho provato.
Versus V.S. E allora ?
Druuna Non ho potuto tirarlo su.
Pausa.
V.S. Menti. (Pausa). Te l’ha detto. (Pausa) Ammetti che te l’ha detto.(Pausa). Ti si lavorerà finché non lo ammetti.
Versus Va bene.
Infine Eva Kant appare.
Eva Kant non entra da E perché la finestra che c’era l’hanno murata per farci le scale quelli di sopra; entra dalla finestra a S, si avvicina a V.S., gli sposta la poltrona e gli si siede in grembo a testa alta.
V.S.( a Eva Kant) Sei libera?
Eva Kant Sì.
V.S. Portatela di là e lavoratela finché non l’ammette.
Eva Kant Che cosa deve mettere?
V.S. Deve ammettere che glielo ha detto.
Eva E’ tutto?
V.S. Sì.
Versus Non va bene.
Ricomincio.
V.S. Portatela e lavoratela finché non la smette, finché non l’ammette.
Eva Kant Che deve smettere?
V.S. Che glielo ha messo. No, questo non glielo ha detto.
Eva Kant E’ tutto?
V.S. E che vorresti fargli ancora?
Versus Va meglio.
Eva Kant E’ tutto?
V.S. Eva, ne vorresti ancora?
Eva Kant Poi smetto.
V.S. E Diabolik?
Eva Kant A passeggio. (A Druuna) Vieni.
Eva Kant non esce da E perché ci sono i libri, esce da N seguita da Druuna che è senza mutande.
V.S.( a Versus) Niente da far entrare nell’orecchio?

Versus tace. V.S. legge. E’ buio, la lampadina delle 10000 h è saltata , tempo che passasse maggio, il mese del gaudio, e si è fulminata. Non si vede più  un cazzo nel pantano di Villapiana.