Uh Magazine plays Jack Savoretti - Back To Me

Cesare Ruffato▐ La scheda del P.M. da "L'Assassinio dei Poeti come una delle Belle Arti"™


Dal: Fascicolo del P.M. e del Procuratore dell’Accademia per l’Assassinio come una delle Belle Arti: Quadro indiziario; Motivi; Griglia di Parsons; Orientamento tecnico-strumentale del Lafcadio Incaricato  in: Anonimo del Gaud, L’Assassinio dei Poeti come una delle Belle Arti © 1999-2003


Cesare Ruffato

(Padova, 1924; dove visse quando non visse in agro di Vicenza).
Titoli: Cuorema, Padova 1969; Minusgrafie, Milano 1978; Scribendi licentia, Venezia 1998 .

 
Motivi

1.      Nonostante abbia una mappa cognitiva di tipo scientifico, essendo medico, continua ad alimentare nel suo GAB[i] il Bambino della Poesia.

2.      Vedi il punto 2. di è   LUCIANO TROISIO.

3.       Addirittura, a partire dal ’90, ha cominciato a fare il Poeta Dialettale, creando, nel lettore, un doppio interrogativo:
a)    Se in Lingua un Poeta crea costernazione se non panico;
b)    in dialetto cosa ne sarà del lettore medio già così sbigottito e provato?
Per questa semantica terrificante, prodotta da un Poeta a doppia linea, prima che si tremi tutti verga a verga, un Lafcadio Sordo e Analfabeta fermi questa macchina-shock!
Come? Con il rozzo colpo di una spada? O col mazzuolo da carpentiere, che, avverte De Quincey, “è una sofferenza molto inferiore allo strangolamento”[ii]?
L’Assassino, che voglia essere considerato un artista, avendo come scopo finale “lo stesso della tragedia nella spiegazione che ne dà Aristotele: purificare i cuori con la pietà e il terrore[iii], operi chimicamente, per rispetto della Scienza Medica del Poeta, con l’iprite, o, per comporre un Assassinio che possa essere un exemplum di armonia scenica, luce e ombra, poesia e sangue, sentimento e corpo, con la scimitarra.

 

(3)Problema dell’Accesso alle Risorse                                                    (1) Problema della Disponibilità

INDIZIATI: i linguisti e i critici, impotenti                                                              INDIZIATI: i Poeti Innominati di
di fronte a tanta produzione. Anche gli etimologi,                                              Folia sine nomine[iv]
come Cortelazzo e Faggin


ãl’ASSASSINOä
eviti di lasciare macchie d’inchiostro sulla scimitarra
e non vada dicendo che questa è la seconda volta,

åâdopo l’uso a Ypres nel 1917, che viene fatto l’uso di iprite[v]â

 

(4) Problema della Cooperazione                                                        (2)Problema della Remunerazione
INDIZIATI:stanchi di sopportare le richieste e le                                    INDIZIATI:alcuni tipografi veneti
pressioni, le Famiglie del Bosco hanno deciso di                                    che,avendo richiesto un doppio
farne un esemplare a futura memoria; i Soci di                                       pagamento per il Fondo Protezione
By Logos[vi], stanchi delle sue proliferazioni; altri                                 Poesia e avendo avuto una risposta
Poeti Medici, tipo Spagnuolo, Battiato                                                        negativa in dialetto padovano,
                                                                                                                            capita l’antifona hanno perso le  
                                                                                                                            staffe                         




L'informazione di garanzia
al poeta medico Battiato

[i] Il GAB, nell’analisi transazionale, è composto da tre stati dell’io: a) il Genitore, che è uno stato dell’io preso a prestito da una figura parentale. Ha una funzione diretta e rappresenta qualcuno che dice al soggetto che cosa dovrebbe fare, come deve comportarsi, se è buono o quanto è cattivo; b)l’Adulto, che è lo stato dell’io che analizza i dati del reale e valuta le probabilità in modo obiettivo e autonomo; c)il Bambino, che è lo stato dell’io arcaico: il Bambino Adattato, dice Eric Berne, segue le direttive parentali; quello Naturale è autonomo. Cfr. Eric Berne, Fare l’amore, trad.it. Bompiani, Milano 1971.
[ii] Thomas de Quincey, L’ assassinio come una delle belle arti, trad.it. Il Formichiere, Milano 1977.
[iii] Ibidem.
[iv] Ovvero gli Innominati nominati nella nota 3 di è LUCIANO TROISIO. 
I 103 Innominati estratto dalla Scheda intestata
a Luciano Troisio
[v] Anche perché verrebbe subito smentito da Falco Accame, l’ammiraglio ex presidente della Commissione Difesa della Camera, che, come ha affermato recentemente e come afferma sempre quando ci sono raid speciali o attentati, non avrebbe difficoltà ad affermare “che a Civitavecchia – ne sappiamo qualcosa noi italiani – conserviamo ancora l’iprite usata nella prima guerra mondiale”. Usi allora, il Lafcadio Incaricato, a cagione di questo annullamento dell’alibi, il Benzilato di chinoclidinolo, che, usato per la prima volta – anche questo come l’iprite – in Vietnam dagli americani, è fra i gas che si ritiene abbia usato anche Milosevic in Kossovo: un bel neuro deprimente che provoca forte confusione mentale e rende incapace di reagire.
[vi] Ovvero: Silvio Ramat e Luciano Troisio. Ma anche Fernando Bandini e Andrea Zanzotto che, inizialmente, erano anche loro nella combriccola ideatrice dell’espo-esproprio poetico.


La scheda di Cesare Ruffato, tratta dal Fascicolo del P.M. di cui a L’Assassinio dei Poeti come una delle Belle Arti│©1998-2003 è inedita