Uh Magazine plays Jack Savoretti - Back To Me

Pietro Civitareale│3│Il Lafcadio-donna. E l'half-Yuppie come l'uccello di Michelet

Pietro Civitareale: 68 punti, è un half-Yuppie
3. Il Lafcadio-donna elimina i rischi del vento
Che un dirigente di una società per azioni esprima il desiderio che gli sarebbe piaciuto avere come nonno Pertini e non un Keynes o un Galbraith[i] è oltremodo disdicevole; che, addirittura, affermi che il piacere più grande in amore sia “pretendere” e ritenga il suo inconscio “sobrio”, è oltremodo inconcepibile in un poeta che, non contento di scrivere in lingua, lo fa anche il dialetto abruzzese. Al Lafcadio non è andato giù il fatto che il poeta osi pubblicare alcune raccolte in lingua in Abruzzo e le raccolte in dialetto abruzzese, una, a Firenze e, l’altra, a Faenza[ii]; se avesse risposto al test in modo da ottenere un punteggio da vero Yuppie, e fosse perciò apparso più avido e risolutore, o almeno suscettibile o esplicitamente ambizioso, allora, forse, avrebbe ottenuto un differimento esecutivo.
Un half-Yuppie è come l’uccello per Michelet, “è una rotondità piena”[iii], e se “Dasein ist rund”, l’esserci è rotondo, tutti gli être-là son rotti e, perciò, al desiderio quieto che possiede il poeta “come l’acqua che si dondola al fiato della luna” corrisponde un Lafcadio che ha il viso “abitato/ da una furiosa gioia”[iv].
“Il mondo è rotondo intorno all’essere rotondo”[v] suggerisce Bachelard al P.M., che sembra, caso assai improbabile, un ermeneuta della letteratura perché subito comprende che al poeta dell’ être-rond dovrà corrispondere non un’acqua che si dondola ma l’acqua viva
“quando soffia il vento,
come gli uccelli impazziti
nei loro formidabili voli[vi]
e capisce che alla porta estrema dell’inverno il Lafcadio, quello che ha sul viso una furiosa gioia, è donna, e che è per questo – sì, d’accordo con Rilke:
“la forma elimina i rischi del vento”[vii] – che
“il vento della sera
ha sconfitto l’ultima luce[viii].
Il Lafcadio è rond, ha la forma che elimina i rischi del vento, non subisce alcuna dispersione, come l’albero di Rilke est femme qui peut-être Pense au-dedans Femme qui se domine Se donnant lentement La forme qui élimine Les hasards du vent![ix]




[i] Addirittura il Poetosofo V.S. Gaudio, negli anni di piombo in quel di Turìn, nella città sabauda et anca comunista, poneva l’inestricabile interrogativo se appartenesse o no alla nuova classe di J.K.Galbraith! Lu che l’era innamorato di Ileana Ongar, la più bona ostacolista che l’Italia, o forse il Mondo, abbia mai avuto e che si entusiasmava per la maneira de andar de una artista do circo Orfei! Cfr., per Galbraith e la Ongar, Notizia in: V.S.Gaudio, Sindromi Stilistiche, Forum Quinta Generazione, Forlì 1978: pag.77; per l’artista do circo: V.S.Gaudio, La maneira de andar de Sandra Alexis.Estetica e Teoria dell’andatura, in “Lunarionuovo”, nuova serie n.15, anno XXVII, Catania aprile 2006.
[ii] Cfr. Un’altra vita, Pescara 1968; In lucor violetto, Chieti 1998; Come nu suonne, Firenze 1984; Le miele de ju mmierne, Faenza 1998.
[iii] Questo riferisce Gaston Bachelard, La poetica dello spazio, trad.it. Dedalo Libri, Bari 1975: pag. 258.
[iv] Per la prima immagine, cfr. Pietro Civitareale, Ombre disegnate, Orizzonti Meridionali, Cosenza 2001: pag.60; per il viso “abitato da una furiosa gioia”, cfr. a pag.61: “Sul tuo viso, abitato/da una furiosa gioia,/si posa il sole dell’alba./E sei viva come l’acqua/quando soffia il vento,/come gli uccelli impazziti/nei loro formidabili voli”: cfr. anche nota vi.
[v] Gaston Bachelard, trad.it.cit.:pag.260.
[vi] All’acqua che si dondola della VI è speculare l’”acqua viva” della VII di “Immagini di immagini”.
[vii] “La fome qui élimine/Les hasards du vent”: R.M.Rilke, Poésie : vedi a pag.261 di : Gaston Bachelard, trad.it.cit.
[viii] Sono i primi due versi della IX di “Immagini di immagini”, in P.C., op.cit.:pag. 63.
[ix] E’ la poesia di R.M. Rilke riportata nella traduzione francese da Bachelard: dove appare “femme” nell’originale c’è “arbre”. Ecco la traduzione: “Femmina che forse Pensa internamente Donna che si domina Dandosi lentamente La forma che elimina I rischi del vento”.


Pietro Civitareale3│fine.
from: L'Assassinio dei Poeti come una delle Belle Arti
by Anonimo del GaudÓ 1999-2003