Il postmoderno può essere orientale?

(...)
E se il dinamismo giapponese non obbedisce al sistema di valori o alle finalità del progetto occidentale, il post-moderno non potrà mai essere orientale? Il Male si fonda su se stesso in piena incompatibilità ed è per questo che è trasparente?
Eri innamorato?
O commerciante?
Falso guerriero?
O ambizioso?
Eri umile?
O esperto in obbligazioni?
Industriale o invalido?
Emigrato o abilitato?
Traumatizzato o decorato?
Obiettore o impotente?
Attore o pilota?
Timido o canalizzato?
Schedato o docente?
Emigrato o concreto?
Ipertonico o guardia forestale?
Psicoanalista o singlossista?
Statico o bagnante occasionale?
Bagnino o volontario della morte?
Impiegato o sorteggiato?
Raccomandato o intellettuale?
Introvabile o irriducibile?
Altro in sé o altro radicale?
Comprensivo o incomprensibile?
Esotico triviale o mistico confusionale?
Estraneo alla propria cultura o documentalista?
Visto nel dettaglio o in una prospettiva d’insieme?
Colto di sorpresa o deludente?
Il destino segreto di ognuno è quello di distruggere l’altro?
Hai perso le proprie tracce o è urgente che qualcuno si metta sulle tue tracce?
Sempre più prossimo al nulla o al tutto dell’oggetto?
Hai incontrato l’altro o l’hai seguito?
Attento. Pensaci bene prima di rispondere.

V.S. GAUDIO
RIVISTA DI STUDI ITALIANI
Anno XXXIV , n° 2, Agosto 2016 Contributi )